GENNAIO
18
2019
Centro Europeo del Restauro di Firenze
UTENTE
PASSWORD
RECUPERA PASSWORD | REGISTRATI
Reynolds Joshua Robert Orme Inaugurazione ferrovia Napoli -Portici Toulouse Lautrec Marcelle Lender dansant le boléro. Gauguin Paul   Cavalieri sulla spiaggia Manfredi Bartolomeo Bacco e un bevitore” bernard Emile Via Crucis Rubens Paul Pelliccia scultura h Batoni Il mtrimonio di S.caterina Nicolas Schoffer
 
Nuova mostra


CARLO LEVI - IL VOLTO DEL NOVECENTO
CARLO LEVI "Il volto del novecento" 100 opere di Carlo Levi fra pitture e...

19/08/2013
 
 


GALLERIE VIRTUALI
•› ASTRATTISMO
•› STORIA DEI " MACCHIAIOLI "
•› STORIA DELL' IMPRESSIONISMO


MONOGRAFIE
•› ARTISTI DALLA A ALLA F
•› ARTISTI DALLA G ALLA L
•› ARTISTI DALLA M ALLA R
•› ARTISTI DALLA S ALLA Z


PITTURA
•› PERIODI
•› TEMATICHE


SCRITTI D’ARTE
•› APPROFONDIMENTI DA TESTI


SCULTURA
•› MOSTRE DI SCULTURA
•› SCULTORI


TUTTE LE MOSTRE
•› ARCHIVIO
•› MOSTRE 2008
•› MOSTRE 2010
•› MOSTRE 2012
•› MOSTRE 2013
•› MOSTRE ALL'ESTERO
•› MOSTRE IN ITALIA (2004)
•› MOSTRE IN ITALIA 2005


VALUTAZIONI D'ARTE
•› DA ASTE


VENDITA ONLINE
•› ENTRA PER VEDERE LE OPERE


VOCABOLARIO D'ARTE
•› TECNICHE


 
 

 
Bonnard Pierre
MONOGRAFIE » Artisti dalla A alla F

 
   
FOTO PRESENTI 16
 
Bonnard pierre    Il palco
Bonnard Pierre
BONNARD PIERRE IL PALCO
bonnard Pierre    La sala
Bonnard Pierre
BONNARD PIERRE LA SALA
Bonnard pierre autoritratto
Bonnard Pierre
BONNARD PIERRE AUTORITRATTO
Bonnard Pierre Bagno
Bonnard Pierre
BONNARD PIERRE BAGNO
Bonnard Pierre   Finestra
Bonnard Pierre
BONNARD PIERRE FINESTRA
Bonnard Pierre passante
Bonnard Pierre
BONNARD PIERRE PASSANTE
Bonnard Pierre  Davanti al fuoco
Bonnard Pierre
BONNARD PIERRE DAVANTI AL FUOCO
Bonnard Pierre  pittore
Bonnard Pierre
BONNARD PIERRE PITTORE
Bonnard pPerre Senna a Vernon
Bonnard Pierre
BONNARD PPERRE SENNA A VERNON
Bonnard Pierre Corbeille et assiette de fruits sur la nappe à carreaux rouges
Bonnard Pierre
BONNARD PIERRE CORBEILLE ET ASSIETTE DE FRUITS SUR LA NAPPE à CARREAUX ROUGES
Descripción: 1939. Oil on canvas. 58,4 x 58,4 cm. The Art Institute of Chicago. Chicago. USA.
Bonnard Pierre Caffè
Bonnard Pierre
BONNARD PIERRE CAFFè
Descripción: 1915. Gallery. Londres. Inglaterra.
Bonnard Pierre studio con mimosa
Bonnard Pierre
BONNARD PIERRE STUDIO CON MIMOSA
1939. 125 x 125 cm. Museo Nacional de Arte Moderno. Centre Georges Pompidou. París. Francia.
Bonnard Pierre  Interno con fiori
Bonnard Pierre
BONNARD PIERRE INTERNO CON FIORI
1919. 117 x 90 cm. Private collection.
Bonnard pierre Nudo difronte allo specchio
Bonnard Pierre
BONNARD PIERRE NUDO DIFRONTE ALLO SPECCHIO
1937. Galería Internacional de Arte Moderno. Venecia. Italia.
Bonnard Pierre La giarrettiera rossa
Bonnard Pierre
BONNARD PIERRE LA GIARRETTIERA ROSSA
1905. 61 x 50 cm. Private collection.
Bonnard Pierre Misia Godebska
Bonnard Pierre
BONNARD PIERRE MISIA GODEBSKA
1908.145 x 114 cm. Museo Thyssen-Bornemisza.
   
Bonnard slide 20 opere dell'artista 1887, dopo aver compiuto con molto profitto gli studi liceali, si iscrive alla facoltà di legge a Parigi. Contemporaneamente comincia a dipingere.
Lavora all'Ecole des Beaux-Arts e all'Académie Jullian, dove fa amicizia con Vuillard, Roussel, Maurice Denis, Sérusier, Ranson e Vallotton. Si forma così il gruppo dei « Nabis »(nome ebraico che significa «Profeti »), riunito intorno a Sérusier, reduce da Pont-Aven, dove ha ricevuto gli insegnamenti di Gauguin. In questo periodo, dopo un breve tirocinio presso uno studio legale, Bonnard decide di abbandonare definitivamente gli studi di legge. 1880, torna a Parigi, dopo una breve parentesi militare, dove apre un atelier con Vuillard e Denis.
Toulouse-Lautrec si interessa alle sue pitture e litografie.
Nel frattempo Andrée, la sorella diciassettenne, sposa il musicista Claude Terrasse. 1891, disegna per una ditta produttrice di vini « FranceChampagne», la sua prima affiche, ed esegue alcune litogralie per «La Revue Blanche», fondata dai fratelli Natanson. Disegna anche progetti di mobili e decorazioni per paraventi. 1892, espone al Salon des Indépendants quattro pannelli decorativi, "Femtnes au jardin".
L'anno seguente espone ancora agli Indépendants con Vuillard; i critici Roger Marx e Gustave Geffroy notano le sue opere. 1894, Thadée Natanson gli affida l'affiche de « La Revue Blanche » e gli acquista alcuni dipinti. Bonnard frequenta il gruppo di letterati della rivista, fra i quali Octave Mirbeau, Henri de Régnier, Jules Renard, Tristan Bernard, Felix Fénéon; incontra Marthe, che da allora divide la sua vita e diventa la sua unica ispiratrice, sempre ritratta con immutato entusiasmo. 1896, prima mostra personale di Bonnard, da Durand-Rueclicca per ingrandirel.
Lavora anche per il « Théatre des pan tins », fondato da Franck Nohain, Claude Terrasse e Alfred Jarry. Espone con il gruppo « La libre Esthétique» con Vuillard e Lautrec a Bruxelles. Disegna con Sérusier le scenografie per «Ubu roi » di Jarry, andato in scena il 10 dicembre. 1897, illustra «Marie» di Nansen; i suoi disegni sono favorevolmente commentati dal vecchio Renoir. La sua fama si sta intanto diffondendo per l'Europa. Espone in Svezia e in Norvegia. 1900, Vollard pubblica «Parallèlement» di Verlaine illustrato da Bonnard; l'avvenimento è una tappa importante nella evoluzione e del gusto grafico e della tecnica litografica. In questi primi anni del secolo, Bonnard illustra numerose opere del tempo, come « Daphnis et Chloé » edito da Vollard, le «Histoires naturelles » di Renard> « 628-E8 » di Mirbeau. 1903, partecipa alla Secessione di Vienna. 1908, partecipa alla Secessione di Monaco. 1910, si reca nel meridione della Francia. 1911, espone tre grandi pannelli decorativi dal titolo Mediterraneo, al Salon d'Automne. 1912, gli è offerta la legion d'onore con Vallotton, Vuillard, Roussel, ma tutti la rifiutano. 1913, mostra personale da Bernheim-Jeune. Nello stesso anno compie un viaggio in Olanda e in Inghilterra con Vuillard. Nelle opere di questo periodo cura particolarmente il disegno e rafforza il rigore formale e compositivo. Durante la guerra, l'attività artistica è necessariamente ridotta. 1914, partecipa alla Mostra dell'arte francese a Copenhagen. 1916, partecipa alla Mostra dell'arte francese Winterthur. 1919, Léon Werth pubblica la sua prima monografia. 1926, si reca negli Stati Uniti e in Europa. Dal 1925 vive con Marthe al Cannet, e si reca a Parigi per pochi mesi l’anno. 1940, allo scoppio del secondo conflitto, il Cannet e ormai il suo rifugio, specie dopo la morte di Vuillard, l'ultimo e il migliore degli amici, ormai quasi tutti scomparsi. 1942, il 26 gennaio al Cannet, muore Marthe: il dolore è grande e contenuto, da allora la camera della moglie rimarrà chiusa per sempre. 1945, a guerra finita, compie un breve viaggio a Parigi per esporre guazzi, pastelli, acquerelli e disegni, e dipinge un San Francesco di Sales per la chiesa di Assy. 1946, Bernheim-Jeune organizza una retrospettiva di trentaquattro capolavori di Bonnard. 1947, il 23 gennaio, Bonnard muore al Cannet. L'ultimo quadro, non del tutto finito, è L'Amandier en fleurs.




 
 
 

 


Attendere..
UTENTI 
online