OTTOBRE
23
2019
Centro Europeo del Restauro di Firenze
UTENTE
PASSWORD
RECUPERA PASSWORD | REGISTRATI
Macke August Uomo che legge nel parco1914 Uliveto, 1889 Savinio Alberto Découverte d'un monde noveau, Cactus Corcos Ritratto di Gilberta Minbelli f Kuindzhi Archip Morning in the dniepper Monet claude Regata  a Saint-Adresse Botticelli Pallade ed il Centauro Cagnacci San giovannino
 
Nuova mostra


CARLO LEVI - IL VOLTO DEL NOVECENTO
CARLO LEVI "Il volto del novecento" 100 opere di Carlo Levi fra pitture e...

19/08/2013
 
 


GALLERIE VIRTUALI
•› ASTRATTISMO
•› STORIA DEI " MACCHIAIOLI "
•› STORIA DELL' IMPRESSIONISMO


MONOGRAFIE
•› ARTISTI DALLA A ALLA F
•› ARTISTI DALLA G ALLA L
•› ARTISTI DALLA M ALLA R
•› ARTISTI DALLA S ALLA Z


PITTURA
•› PERIODI
•› TEMATICHE


SCRITTI D’ARTE
•› APPROFONDIMENTI DA TESTI


SCULTURA
•› MOSTRE DI SCULTURA
•› SCULTORI


TUTTE LE MOSTRE
•› ARCHIVIO
•› MOSTRE 2008
•› MOSTRE 2010
•› MOSTRE 2012
•› MOSTRE 2013
•› MOSTRE ALL'ESTERO
•› MOSTRE IN ITALIA (2004)
•› MOSTRE IN ITALIA 2005


VALUTAZIONI D'ARTE
•› DA ASTE


VENDITA ONLINE
•› ENTRA PER VEDERE LE OPERE


VOCABOLARIO D'ARTE
•› TECNICHE


 
 

 
Modigliani Amedeo
MONOGRAFIE » Artisti dalla M alla R

 
   
FOTO PRESENTI 41
 
Modigliani Amedeo Jeanne Hèbuterne,
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO JEANNE HèBUTERNE,
1919 0lio su tela 130x81
Modigliani Amedeo Nudo femminile con cappello
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO NUDO FEMMINILE CON CAPPELLO
1907-08 olio su tela 81 x 54 cm Collezione privata
Modigliani Amedeo Nudo
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO NUDO
1908 81x54cm lio su tela Collection Private
Modigliani Amedeo Il più importante di Livorno
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO IL PIù IMPORTANTE DI LIVORNO
Beggar of Livorno 1909 Private Collection oil on canvas
Modigliani Amedeo  Head of a Young Woman
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO HEAD OF A YOUNG WOMAN
1908 57x55cm Villaneuve d'Ascq Musee d'Art Moderne
Modigliani Amedeo The Cellist
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO THE CELLIST
1909
Modigliani Amedeo Ritratto di Paul Alexandre su sfondo verde
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO RITRATTO DI PAUL ALEXANDRE SU SFONDO VERDE
1909 olio su tela 100 x 81 cm Collezione privata
Modigliani Amedeo Donna con giacca gialla (L'amazzone)
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO DONNA CON GIACCA GIALLA (L'AMAZZONE)
1909 olio su tela 92 x 65 cm Collezione privata
Modigliani Amedeo Caryatide
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO CARYATIDE
(Cariatide) 1914 Museum of Modern Art New York
Modigliani Amedeo Busto rosso
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO BUSTO ROSSO
1913 Collezione privata
Modigliani Amedeo  Cariatide
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO CARIATIDE
1913 Collezione privata
Modigliani Amedeo Portrait of Diego Rivera
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO PORTRAIT OF DIEGO RIVERA
1914 oil on canvas 104x75cm Kunstsammlung, Dusseldorf
Modigliani Amedeo Portrait of Leopold Zborowski
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO PORTRAIT OF LEOPOLD ZBOROWSKI
1916 oil on canvas 65x42cm Private Collection
Modigliani  Amedeo  Portrait of Beatrice Hastings
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO PORTRAIT OF BEATRICE HASTINGS
ca. 1916 oil on canvas
Modigliani Amedeo  Jacques Lipchitz e sua moglie
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO JACQUES LIPCHITZ E SUA MOGLIE
1916 Art Institute of Chicago oil on canvas
Modigliani Amedeo donna con cravatta nera
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO DONNA CON CRAVATTA NERA
1917 oil on canvas 65x50cm Fujikawa Galleries
Modigliani Amedeo Chaim Soutine
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO CHAIM SOUTINE
1917 National Art Gallery, DC oil on canvas
Modigliani Amedeo Reclining Nude from the Back
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO RECLINING NUDE FROM THE BACK
1917 Barnes Foundation oil on canvas
Modigliani Amedeo   Nudo disteso
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO NUDO DISTESO
Modigliani Amedeo  Nudo
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO NUDO
Modigliani Amedeo Elvira Nuda
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO ELVIRA NUDA
Modigliani Amedeo Nu
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO NU
Amedeo Modigliani (Nudo) 1917 Solomon R. Guggenheim Museum New York
Modigliani Amedeo (Nudo accovacciato)
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO (NUDO ACCOVACCIATO)
Nu accroupi 1917 Koninklijk Museum voor Schone Kunsten Anversa
Modigliani Amedeo Nudo seduto con camicia
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO NUDO SEDUTO CON CAMICIA
Amedeo Modigliani Nu assis à la chemise ( 1917 Musée d'Art moderne Villeneuve-d'Ascq
Modigliani Amedeo Nudo addormentato con le braccia aperte
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO NUDO ADDORMENTATO CON LE BRACCIA APERTE
(Nudo rosso) 1917 Collezione privata
Modigliani Amedeo  Il piccolo Paesano
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO IL PICCOLO PAESANO
The Little Peasant 1918 oil on canvas 100x64cm Tate Gallery
Modigliani Amedeo Ritratto di Jeanne Hebuterne seduta
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO RITRATTO DI JEANNE HEBUTERNE SEDUTA
Portrait of (sitting) 1918 oil on canvas 91x73cm Metropolitan Museum of Art
Modigliani Amedeo Una giovane donna  vestita di scuro seduta
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO UNA GIOVANE DONNA VESTITA DI SCURO SEDUTA
Dark Young Woman Seated in Front of a Bed 1918 oil on canvas 100x64cm LA County Museum
Modigliani Amedeo  Due ragazzi
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO DUE RAGAZZI
Two Children 1918 oil on canvas 100x65cm Private Collection
Modigliani Amedeo ritratto di Jeanne Hebuterne
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO RITRATTO DI JEANNE HEBUTERNE
1918 oil on canvas 46x28cm Yale University Art Gallery
Modigliani Amedeo Young Red Head in an Evening Dress
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO YOUNG RED HEAD IN AN EVENING DRESS
1918 Barnes Foundation oil on canvas
Modigliani Amedeo Lunia Czechovska
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO LUNIA CZECHOVSKA
1919 Private Collection
Modigliani Amedeo  Adrienne (
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO ADRIENNE (
Woman with Bangs), 1917 Chester Dale Collection 1963.10.171
Modigliani Amedeo  Madame Amédée
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO MADAME AMéDéE
(Woman with Cigarette), 1918 Chester Dale Collection
Modigliani Amedeo  Uomo con pipa
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO UOMO CON PIPA
Modigliani Amedeo  Anna
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO ANNA
Modigliani Amedeo Donna di Algeri
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO DONNA DI ALGERI
1917, olio su tela, cm.55x30, Museo Ludwig, Colonia.
Modigliani Amedeo Testa di donna con cappello
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO TESTA DI DONNA CON CAPPELLO
1907 - 1908. Acuarela. 35.2 x 27 cm. William & Co. Boston. MA.
Modigliani Amedeo  Jeanne Hébuterne - La mujer del artista
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO JEANNE HéBUTERNE - LA MUJER DEL ARTISTA
Descripción: 1918. Óleo sobre lienzo. 100 x 65 cm. Norton Simon Art Foundation. Pasadena. CA.
Modigliani Amedeo Gli Sposi
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO GLI SPOSI
1915 - 1916. 55.2 x 46.3 cm. Donación de Frederic Clay Bartlett. The Museum of Modern Art. Nueva York.
Modigliani Amedeo  Ritratto di Max jacob
Modigliani Amedeo
MODIGLIANI AMEDEO RITRATTO DI MAX JACOB
1916. 73 x 60 cm
   
Amedeo Modigliani  Livorno, 12 luglio 1884, nascita di Amedeo Modigliani, quartogenito di Flaminio Modigliani e Eugènie Garsin.
La precoce propensione alla pittura di Amedeo si manifesta con la frequentazione,a partire dall'estate 1898, dello studio dell'artista livornese  Guglielmo Micheli.
Nel 1901, viaggio di convalescenza con la madre, dopo una malattia polmonare.
Scopre Napoli, Amalfi, Capri, Roma e Firenze.
L'anno seguente, si iscrive alla  Scuola Libera di Nudo dell'Accademia di Belle Arti a Firenze, dove approfondisce la conoscenza della pittura impressionista italiana, detta "Macchiaiola", degli artisti dell'avanguardia toscana e del loro capofila, il professor Giovanni Fattori.
Nel 1903, frequenta la  Scuola Libera del Nudo a Venezia. Incontra l'artista Ortiz de Zàrate con il quale scopre la Biennale di Venezia e le tendenze europee dell'arte, con una particolare attenzione all'opera di Cézanne e Van Gogh.
Compie il primo viaggio in Inghilterra.Arriva a Parigi all'inizio di febbraio del 1906. Dopo un breve soggiorno all'hôtel della Madeleine, prende in affitto un atelier a Montmartre.
Si iscrive ai corsi di disegno  dell'Accademia Colarossi.
Nel 1907, fa la conoscenza del dottor Alexandre, e si installa in seno al falansterio creato da questo al 7 di rue Delta a Montmartre, per lavorare in compagnia degli altri pittori.
Espone al Salone d'Autunno a Parigi.
Nel 1908, espone numerose opere al  Salon des Indépendents a Parigi  nella sala dei pittori Fauves.
Incontra Brancusi alla Cité Faulguière a Montparnasse, scolpisce con lui nel suo atelier parigino e l'invita in seguito a Livorno durante l'estate 1909.
Nel 1910, Salon des Indépendents: la critica gli è favorevole.Durante quell'anno, si dedica unicamente alla scultura sotto l'influenza delle forme arcaiche degli idoli e delle maschere primitive.
Nel 1911, espone a Montparnasse nell'atelier dell'artista Souza Cardoso un insieme 
di sculture e disegni.
In compagnia di sua zia Laure visita la Normandia.
Durante i primi mesi del 1912, dipinge su tela numerosi ritratti, tra i quali quello del dottor Alexandre, ma ritorna a Livorno durante l'estate per riprendere le forze e lavorare alla scultura direttamente su pietra.
In settembre, ritorna a Parigi: incontra Jaques Lipchitz, Augustus John e Jacob Epstein.
Espone al Salon d'automne : "Teste, insieme decorativo". 
Nel 1913, il mercante d'arte Chéron gli propone un primo contratto di lavoro remunerato  per i suoi  dipinti. Incontra il pittore Soutine e lavora con lui nell'atelier al 216 di Boulevard Raspail. 
Dopo la dichiarazione di guerra nel 1914, Modigliani non rivede più il suo amico Paul Alexandre e interrompe le relazioni con molti altri artisti: periodo importante per la sua pittura, che diventa la sua unica forma di espressione.
Abbandona la scultura.
Incontra la poetessa inglese Béatrice Hastings, riprende un atelier a Montmartre e condivide il suo entusiasmo con Diego Rivera e Kisling.
Max Jacob gli presenta Paul Guillaume, che diventerà il suo mercante fino al 1916.
In quell'anno, espone nell'atelier di Emile Lejeune a Parigi 15 dipinti e 3 sculture.
Incontro, determinante per la sua carriera d'artista, con Léopold Zborowsky, poeta polacco in esilio.
Nel marzo 1917, Amedeo incontra Jeanne Hébuterne, giovane allieva dell'Academie Colarossi, con la quale si installa in rue de la Grande-Chaumière a Montparnasse, in un atelier che Zborowsky prende in affitto per loro.
La prima esposizione personale dell'artista italiano ha luogo alla Galleria Berthe Weill,
ma viene chiusa il giorno dell' inaugurazione, per oltraggio al pudore.
L'aggravarsi dello stato di salute di Modigliani nel 1918 gli impone un soggiorno a Nizza
con Jeanne Hébuterne. Soggiornano anche a Cagnes con Foujita e sua moglie Fernande, Soutine, Survage, Cendrars e Osterlind.
Dipinge quattro paesaggi di Cagnes, i soli di tutta la sua carriera.
La Galleria Paul Guillaume a Parigi presenta una esposizione collettiva di opere della pittura giovane: Matisse, Picasso e Modigliani. Il 29 novembre, nasce la piccola Giovanna,
figlia di Amedeo e Jeanne.
Il 31 maggio 1919, Modigliani ritorna a Parigi : Jeanne è nuovamente incinta.
A Londra, Zborowsky organizza con i fratelli Sitwels una esposizione collettiva :
" Modern French Art " accompagnata dai primi articoli elogiativi nella stampa.
Il 22 gennaio 1920, Amedeo incosciente viene trasportato all'Ospedale della Charité e soccombe a una meningite tubercolosa, il sabato 24 gennaio, senza aver ripreso conoscenza.
Jeanne Hébuterne, incinta di otto mesi, si suicida il giorno seguente.
Modigliani viene sepolto il 27 gennaio al Cimitero del Père Lachaise a Parigi;
il corpo di Jeanne Hébuterne riposa al suo fianco.



Sulle ragioni che, attorno al 1909, indussero Modigliani ad abbandonare la pittura e a dedicarsi alla scultura, si possono fare soltanto ipotesi. E' possibile che già durante la sua giovinezza sia stato attratto dalla scultura sotto I'influenza dell'antica eredità italiana, come ha ipotizzato Ortiz de Zarate, che conobbe Modigliani all'epoca dei comuni studi a Venezia. Nudo in piedi   Testa      Testa di donna Ma è anche possibile che fino ad allora a Modigliani fosse mancata l'opportunità di praticare la scultura in pietra, che presentava numerosi problemi di carattere tecnico, e che poi si sia dedicato a essa quando potè trasferirsi in un atelier con un cortile. Un'altra possibilità potrebbe essere quella che Modigliani di fronte al
ristagnante successo della propria pittura, abbia pensato di cimentarsi in un altro campo.  Cariatide Neanche i contemporanei di Modigliani sanno dare una spiegazione realmente convincente circa le ragioni del suo passaggio alla scultura. "Si sentiva fortemente attirato dall'idea di fare egli stesso sculture"- scrive con convinzione il già citato pittore Curt Stoermer, uno dei pochi che descrivono il modo di procedere di Modigliani; "Faceva portare nel suo atelier un'arenaria e lavorava direttamente la pietra. A volte amava l'indolenza e indulgeva a un ozio prolungato e arguto, altre volte si tuffava nel lavoro. Alle prime luci del mattino l'acciaio già risuonava nelle sue mani. Ha creato tutte le sue sculture direttamente nella pietra. Non ha mai toccato I'argilla o il gesso.
Si sentiva chiamato a diventare scultore. In alcuni periodi si risvegliava in lui questo istinto. Allora abbandonava radicalmente i pennelli e poneva mano al martello." Piu verosimile di questa spiegazione eroico-michelangiolesca è il fatto che Modigliani in quell'epoca in cui anche pittori come Matisse, Picasso e Derain si cimentavano con la scultura, sia stato profondamente influenzato da due fattori: da un lato la scultura africana, la cui bellezza venne scoperta negli anni precedenti la prima guerra mondiale e, dall 'altro, le sculture di Brancusi esposte, contemporaneamente alle opere di Modigliani, nel Salon d'autunno del 1907 e nel Salon des Indipendants del 1908.
Brancusi viveva a Parigi dal 1904 e nel 1909, allorchè conobbe personalmente Modigliani, si era già trasferito in un atelier in rue de Montparnasse.
Probabilmente Modigliani lasciò in quello stesso anno il suo domicilio a Montmartre e si trasferì in un atelier di Montparnasse, per essere vicino al suo modello ideale, Brancusi. Così facendo, seguiva forse anche una tendenza generalizzata fra gli artisti di Parigi, che abbandonavano Montmartre, ormai sommersa da turisti. Fatto sta che Modigliani, nel cortile del suo atelier alla fine del piccolo vicolo cieco di Cite Falguiere, si dedicò per qualche
tempo alla scultura. E' il periodo attorno al 1910, in cui egli dipinge un numero estremamente limitato di tele e in cui le lettere della madre sono indirizzate a <>.  Ci sono pervenute circa venticinque sculture in pietra e un'opera scolpita in legno.





 
 
 

 


Attendere..
UTENTI 
online