GENNAIO
18
2019
Centro Europeo del Restauro di Firenze
UTENTE
PASSWORD
RECUPERA PASSWORD | REGISTRATI
Sickert Walter Richard Aubrey Beardsley Klimt Gustav Portrait de Mäda Primavesi Freud Lucian Lemmen Georges donna con cappello bleu Klimt Gustav Dopo la pioggia Aertsen Pieter   La  cuciniera Camoin Charles  Insalatiera e frutti Heinrich Campendonk, Bosco, ragazza, capra Caillebotte Gustave Imbianchini leto antonino    Marina con scogli
 
Nuova mostra


CARLO LEVI - IL VOLTO DEL NOVECENTO
CARLO LEVI "Il volto del novecento" 100 opere di Carlo Levi fra pitture e...

19/08/2013
 
 


GALLERIE VIRTUALI
•› ASTRATTISMO
•› STORIA DEI " MACCHIAIOLI "
•› STORIA DELL' IMPRESSIONISMO


MONOGRAFIE
•› ARTISTI DALLA A ALLA F
•› ARTISTI DALLA G ALLA L
•› ARTISTI DALLA M ALLA R
•› ARTISTI DALLA S ALLA Z


PITTURA
•› PERIODI
•› TEMATICHE


SCRITTI D’ARTE
•› APPROFONDIMENTI DA TESTI


SCULTURA
•› MOSTRE DI SCULTURA
•› SCULTORI


TUTTE LE MOSTRE
•› ARCHIVIO
•› MOSTRE 2008
•› MOSTRE 2010
•› MOSTRE 2012
•› MOSTRE 2013
•› MOSTRE ALL'ESTERO
•› MOSTRE IN ITALIA (2004)
•› MOSTRE IN ITALIA 2005


VALUTAZIONI D'ARTE
•› DA ASTE


VENDITA ONLINE
•› ENTRA PER VEDERE LE OPERE


VOCABOLARIO D'ARTE
•› TECNICHE


 
 

 
Bruzzi Giovanni alla Galleria Benvenuti dal 20 giugno al 5 luglio 2008
TUTTE LE MOSTRE » Mostre 2008

 
   
FOTO PRESENTI 6
 
Arlecchino
Bruzzi Giovanni alla Galleria Benvenuti dal 20 giugno al 5 luglio 2008
ARLECCHINO
1986, cm. 50x60, olio su tela.
Treccia d' agli
Bruzzi Giovanni alla Galleria Benvenuti dal 20 giugno al 5 luglio 2008
TRECCIA D' AGLI
1982, cm. 50x70, olio su tela
Termos e caffettiera
Bruzzi Giovanni alla Galleria Benvenuti dal 20 giugno al 5 luglio 2008
TERMOS E CAFFETTIERA
1987,cm70x50,olio su tela
Cactus
Bruzzi Giovanni alla Galleria Benvenuti dal 20 giugno al 5 luglio 2008
CACTUS
1983,cm.40x39,olio su tela
Calla e rosa
Bruzzi Giovanni alla Galleria Benvenuti dal 20 giugno al 5 luglio 2008
CALLA E ROSA
1978,cm.60x50, olio su tela
Nautilus
Bruzzi Giovanni alla Galleria Benvenuti dal 20 giugno al 5 luglio 2008
NAUTILUS
1984,cm.70x50 olio su tela
   
Biografia     Giovanni Bruzzi (Firenze 1936), pronipote del pittore Stefano Bruzzi (Piacenza 1835-1911), ha iniziato a dipingere giovanissimo nello studio di Rodolfo Margheri, poi suo professore all'Accademia Belle Arti di Firenze. Nel 1954 e nel 1956 si è recato a Parigi per un viaggio di studio e vi è ritornato per viverci dal 1960 al 1964. Attualmente vive e lavora a Firenze. Intensa la sua presenza sulla scena artistica: ha tenuto più di 100 mostre personali a Parigi, in importanti città degli Stati Uniti e nelle principali città italiane Milano (4), Roma (7), Firenze (23), Bologna, Verona (2), Modena, Pescara (2), Ancona (2), Prato (5), Forte dei Marmi (2), Campobasso, Lucca (2), Urbino, Orvieto, Teramo, Rieti, Pistoia, Città di Castello (2), Massa Marittima, Sesto Fiorentino (3), L'Aquila, Arezzo (2), Ravenna, Grosseto (2), Civitavecchia, Montecatini Terme (2) ecc. in importanti gallerie d'arte e si è presentato anche in centri culturali e sedi pubbliche Ha partecipato per invito a molte rassegne e premi nazionali ed internazionali (XXI Biennale Internazionale Premio del Fiorino, Firenze 1973). La sua produzione comprende i più diversi soggetti (Figure, Ritratti, Nature morte) con opere anche di grande impegno (Suonatori Jazz, Gladiatori,Guerrieri);        negli Anni Settanta ha operato prevalentemente per cicli, ne ricordiamo i titoli: Cereus, Vecchie insegne, Omaggio al fumetto, Comic-lexicon, Animali addio, Spugne, Ciclopi. La critica ufficiale ha sempre scritto sul suo lavoro; è "Segnalato Bolaffi 1978" per la pittura. Ha conseguito numerosi premi e riconoscimenti e molte sue opere si trovano in pinacoteche pubbliche. Nel 1980 eseguiva un murale nella città di Cles e nel 1991 dipingeva il palio di Massa Marittima. Giovanni Bruzzi nello specifico settore della editoria esoterica e magica, ha illustrato i seguenti libri: Nel segno di Cagliostro     di Franco Riccomini (copertina e 12 tavole, Editrice Atanòr, Roma 1982), Magia e Sogni di Autori Vari (copertina e 35 tavole, Lucio Pugliese Editore, Firenze 1985) e Miti e Leggende del Mistero di Fabio Filippetti (copertina e 46 tavole, Lucio Pugliese Editore, Firenze 1988). Inoltre per riviste e periodici, sempre nell'ambito dell'occulto e del paranormale, ha eseguito varie copertine e illustrazioni. Giovanni Bruzzi è stato un grande esperto di gioco d'azzardo. Ha già scritto e illustrato cinque libri sull'argomento: Banco di nove (prefazione di Urbano Sabatelli, Edizioni Il Candelaio, Firenze 1981), La cagnotta del croupier (Editrice Fortuna, Fano 1988), A redini basse (Editrice Marcelli, Ancona 1990), Il filotto nel sabot (Editrice Arcadia, Teramo 1992), I vicini dello zero (Editrice Kappaesse, Firenze 1994), Professione biscazziere (Editrice Occulta, Firenze 2001 - Editrice Alcuna, Firenze 2007) che raccontano fatti e memorie di bische clandestine e di scommesse sui cavalli. Sempre per le Edizioni Kappaesse ha anche edito due libretti, Perché Adonis e Après Renis, che raccontano lo spaccato di un'epoca mitica, attraverso la storia individuale di due boss del mondo del gioco d'azzardo clandestino. Giovanni Bruzzi nel 1986 ha scritto per Pupi Avati la drammatica partita a poker, sulla quale è incentrato tutto il film "Regalo di Natale", funzionando inoltre da consulente sul set per tutti i ciak riguardanti il tavolo verde e le scene di gioco; il cast della pellicola comprendeva Carlo Delle Piane (che vincerà poi il "Leone d'Oro", come miglior attore, al 43° Festival del Cinema di Venezia), Diego Abatantuono, Gianni Cavina, Alessandro Haber, George Eastman e Kristina Sevieri. La rivista Ciak (n° 1, gennaio 1990) ha classificato "Regalo di Natale" fra i migliori dieci film italiani (Top Ten) de "I favolosi anni 80", fra più di mille pellicole. Nel 2002 ha scritto e sceneggiato anche la partita di poker del sequel "La Rivincita di Natale", sempre di Pupi Avati e con gli stessi attori, fornendo anche questa volta una indispensabile e diretta consulenza sul set per tutte le mani del poker. Ha pubblicato poi Poker cinematografico (Edizioni Kappaesse, Firenze) e Poker cinematografico 2 (Edizioni La Nave, Firenze), due libretti specifici e dettagliati su tutto il lavoro riguardante i film. Dal 1988, è stato ospite-protagonista di importanti programmi televisivi: "Maurizio Costanzo Show" (2 volte, Canale 5), "Ore 12" (Canale 5) condotto da Gerry Scotti, "Perdonami" (Rete 4) condotto da Davide Mengacci, "Sarà vero?" (Canale 5) condotto da Alberto Castagna, "La verità" (Rete 4) condotto da Marco Balestri, "Parlato Semplice" (Rai 3) condotto da Orlando Perera e Stefania Giuliani, "Italia Mia Benché" (Rai 3) condotto da Giordano Bruno Guerri e Cinzia Tani, "La cronaca prima di tutto" (Rai 1) intervista di Giacomo Galeazzi, "Unomattina" (Rai 1) condotto da Luca Giurato, "Frontiere" (Rai 1) intervista di Nino Esposito, "I fatti vostri" (Rai 2) condotto da Giancarlo Magalli, "Cominciamo bene" (Rai 3) condotto da Toni Garrani, "Porta a Porta" (3 volte, Rai 1) condotto da Bruno Vespa, "Buon Pomeriggio" condotto da Maurizio Costanzo (Canale 5). Nel 1989 per "Vannini - carte da gioco - Firenze" ha disegnato un mazzo di carte (52+2) commemorativo del Bicentenario della Rivoluzione Francese. Il mazzo è esposto nel settore "Les cartes de la Révolution" del "Musée Français de la Carte à jouer" alla Ville d'Issy - les - Moulineaux (Parigi). Giovanni Bruzzi, il 2 giugno 2006, è stato nominato Cavaliere Ufficiale delle Replubblica Italiana, per meriti artistici.  

  



Due poker per Pupi Avati Il regista Pupi Avati ha ingaggiato Giovanni Bruzzi, in qualità di grande esperto di gioco d’ azzardo, per una rigorosa e corretta conduzione delle partite di poker nei film “Regalo di Natale” e del suo sequel “La rivincita di Natale”. Giovanni Bruzzi ha cosi’ scritto gli intrecci dei protagonisti al tavolo da gioco, costruendo le drammatiche scene del poker, sulle quali sono incentrate le trame delle due storie, con le rispettive spiegazioni tecniche necessarie, sul gergo specifico, per gli attori. In pratica, ha funzionato poi da consulente diretto sul set per tutti i ciak riguardanti il tavolo verde, dal linguaggio professionale dei personaggi, ai loro gesti durante le mani del poker , dalla precisa distribuzione delle carte, alla quantificazione esatta delle fiches, dall’ osservanza dei minimi dettagli, nel rituale codificato delle regole di comportamento, in questo classico gioco d’ azzardo, in tempi moderni. Seguendo l’ evolversi de copione, tenendo presente quali situazioni si sarebbero presentate, Giovanni Bruzzi ha consegnato a ciascuno dei cinque attori (Carlo Delle Piane, Diego Abatantuono, Gianni Cavina, Alessandro Haber, George Eastman) le giuste strategie per elaborare le proprie manipolazioni truffaldine, con la presenza di uno o più Giuda di turno ad affiancare il “professionista” Carlo Delle Piane, nel primo film nelle vesti del “pollo” da spennare, e nel secondo, in quelle più ambigue ancora, del “solo contro tutti”. I due film, al termine di un gioco al massacro totale, consegneranno agli spettatori increduli i volti dei vincitori e dei vinti, senza che fra loro, dal punto di vista morale, ci sia una reale differenza. L’ unico autentico vincente dello scontro a poker fra i cinque giocatori risulterà, in entrambi i casi, il denaro, capace di cancellare ogni genere di amicizia e di alleanze, e di alimentare, invece, i più spregevoli tradimenti. GIOVANNI BRUZZI: VEDERE I VARI TEMI AFFRONTATI DALL' ARTISTA NEGLI ANNI




 
 
 

 


Attendere..
UTENTI 
online