MAGGIO
10
2021
Centro Europeo del Restauro di Firenze
UTENTE
PASSWORD
RECUPERA PASSWORD | REGISTRATI
Ghiglia,Oscar  Donna che scrive, Monet The Cart  Snow-Covered Road at Honfieur, with Saint-Simeon Farm Fillia Cezanne Paul Mele e arance Magritte renè  Eccitante profumo di Mem Baldassarre di Biagio, Madonna in trono col Bambino Zandomeneghi Federico Parc Monceau Manet Edouard  The Absinthe Drinker, particolare Michelacci Luigi - Meriggio d' estate
 
Nuova mostra


CARLO LEVI - IL VOLTO DEL NOVECENTO
CARLO LEVI "Il volto del novecento" 100 opere di Carlo Levi fra pitture e...

19/08/2013
 
 


GALLERIE VIRTUALI
•› ASTRATTISMO
•› STORIA DEI " MACCHIAIOLI "
•› STORIA DELL' IMPRESSIONISMO


MONOGRAFIE
•› ARTISTI DALLA A ALLA F
•› ARTISTI DALLA G ALLA L
•› ARTISTI DALLA M ALLA R
•› ARTISTI DALLA S ALLA Z


PITTURA
•› PERIODI
•› TEMATICHE


SCRITTI D’ARTE
•› APPROFONDIMENTI DA TESTI


SCULTURA
•› MOSTRE DI SCULTURA
•› SCULTORI


TUTTE LE MOSTRE
•› ARCHIVIO
•› MOSTRE 2008
•› MOSTRE 2010
•› MOSTRE 2012
•› MOSTRE 2013
•› MOSTRE ALL'ESTERO
•› MOSTRE IN ITALIA (2004)
•› MOSTRE IN ITALIA 2005


VALUTAZIONI D'ARTE
•› DA ASTE


VENDITA ONLINE
•› ENTRA PER VEDERE LE OPERE


VOCABOLARIO D'ARTE
•› TECNICHE


 
 

 
Barbieri Contardo 1900 - 1966
MONOGRAFIE » Artisti dalla A alla F

 
   
FOTO PRESENTI 1
 
 Barbieri, Contardo Ricordi, 1931
Barbieri Contardo 1900 - 1966
BARBIERI, CONTARDO RICORDI, 1931
   
Nato nel 1900 a Broni nell'Oltrepò pavese dove svolge la sua prima formazione alla scuola di pittura di Pavia, Contardo Barbieri trasferisce nei suoi dipinti le atmosfere paesaggistiche della sua terra. Completati gli studi a Milano, all'Accademia di Brera dove nel 1921 consegue il premio Mazzola, approfondisce le tematiche legate alla vita quotidiana, con un rigore formale e compositivo, in linea con la nascente estetica novecentista. Dal 1926 i legami col gruppo del Novecento si fanno sempre più stretti e l'artista nel 1929 viene invitato a partecipare alla II mostra del gruppo alla Permanente di Milano.
La sua pittura, dal rigido e schematico impianto compositivo, verso il 1928 raggiunge un forte plasticismo, come si può osservare nell'opera Ricordi  realizzata pochi anni più tardi, quando Barbieri dal '30 si trasferisce a Milano. Le forme ben tornite della figura femminile, l'atmosfera rarefatta e quasi lirica, rimandano a un mondo magico, quale quello dei ricordi che la donna ritrova nella semplicità delle cose quotidiane, come i libri e le foto in primo piano. L'attività di Barbieri si è poi intensificata non solo con la direzione della Scuola di pittura dell'Accademia Carrara di Bergamo e il conseguimento di diversi premi a livello internazionale, ma anche collaborando con l'organizzazione artistica del regime fascista nell'istituzione del premio Bergamo e di numerose mostre provinciali. Nel 1933 partecipa con l'affresco Lavoro campestre alla V Triennale di Milano, che vede il nascere del movimento muralista guidato da Sironi, ma dopo la caduta del regime fascista la sua pittura subisce un arresto e un allontanamento dal circuito del mercato espositivo che vedrà una breve ripresa dal 1957, a pochi anni dalla sua morte, avvenuta nel 1966.




 
 
 

 


Attendere..
UTENTI 
online