NOVEMBRE
12
2019
Centro Europeo del Restauro di Firenze
UTENTE
PASSWORD
RECUPERA PASSWORD | REGISTRATI
Boldini Giovanni  Joni Icilio Federico copia da Sano di Pietro Zandomeneghi Federico   Dalla modista Paesaggio toscano Bazille Frederic  Edmond  maitre Sughi Alberto   \ Jongkind Berthold View of Delft in the moonlight Mirò la fttoria Cavalli Emanuele  Tre uomini seduti Gillray James A Phantasmagoria – Scene – Conjuring-up an Armed Skeleton
 
Nuova mostra


CARLO LEVI - IL VOLTO DEL NOVECENTO
CARLO LEVI "Il volto del novecento" 100 opere di Carlo Levi fra pitture e...

19/08/2013
 
 


GALLERIE VIRTUALI
•› ASTRATTISMO
•› STORIA DEI " MACCHIAIOLI "
•› STORIA DELL' IMPRESSIONISMO


MONOGRAFIE
•› ARTISTI DALLA A ALLA F
•› ARTISTI DALLA G ALLA L
•› ARTISTI DALLA M ALLA R
•› ARTISTI DALLA S ALLA Z


PITTURA
•› PERIODI
•› TEMATICHE


SCRITTI D’ARTE
•› APPROFONDIMENTI DA TESTI


SCULTURA
•› MOSTRE DI SCULTURA
•› SCULTORI


TUTTE LE MOSTRE
•› ARCHIVIO
•› MOSTRE 2008
•› MOSTRE 2010
•› MOSTRE 2012
•› MOSTRE 2013
•› MOSTRE ALL'ESTERO
•› MOSTRE IN ITALIA (2004)
•› MOSTRE IN ITALIA 2005


VALUTAZIONI D'ARTE
•› DA ASTE


VENDITA ONLINE
•› ENTRA PER VEDERE LE OPERE


VOCABOLARIO D'ARTE
•› TECNICHE


 
 

 
Pirandello Fausto
MONOGRAFIE » Artisti dalla M alla R

 
   
FOTO PRESENTI 4
 
Pirandello Fausto Nudi con pantofole
Pirandello Fausto
PIRANDELLO FAUSTO NUDI CON PANTOFOLE
Pirandello Fausto La spiaggia
Pirandello Fausto
PIRANDELLO FAUSTO LA SPIAGGIA
Pirandello Fausto crocifissione laica
Pirandello Fausto
PIRANDELLO FAUSTO CROCIFISSIONE LAICA
Autore: Fausto Pirandello Titolo: Crocifissione laica,1935 ca. Dimensioni: cm.72x100 Tecnica: olio su tavola Collezione: Collezione privata "Alcuni suoi nudi esprimevano il possessivo desiderio carnale dell'artista dove le masse carnose spesso deformate da movimenti animaleschi, sono lontane dagli schemi tradizionali e da sadismi simbolici.Pirandello veniva colto dal subitaneo ed inaspettato movimento della dinamica fisica raccontando la sua storia impressionista sorta in parte nella 'Mitteleuropa'. La ricerca è spasmodica brutale rapida senza alcuna ipocrisia abbandonata ad una sorta di follia sensuale che lo porta ad un orgasmo mentale.Anche negli oggetti e nei paesaggi è avido nel possesso delle cose tanto da accorgersi dei particolari più minuti."
Pirandello Fausto Il bagno
Pirandello Fausto
PIRANDELLO FAUSTO IL BAGNO
Autore: Fausto Pirandello Titolo: Il bagno, 1934 Dimensioni: cm 149x111 Tecnica: olio su tavola Collezione: collezione privata "Questi straziati personaggi portano in giro la loro forma disumana. Non sono uomini né donne malgrado le più crudeli accentuazioni, ma figure d 'altri pianeti su una creta scabra e arida sotto grigi cieli, senza nubi; dove persino i temporali non somigliano a quelli di questa terra. Terra, cielo, mare, animali uomini e donne, tutto screpolato e disseccato da un'afa meridiana, con un sole lontano che fosse riuscito a mandare la sua vampa e non la sua luce ."
   
a cura di Fabrizio D'Amico e Marco Goldin

Il ciclo di mostre dedicate ai protagonisti del Novecento italiano prosegue con questa suggestiva esposizione di Fausto Pirandello, che con circa trenta opere testimonia l’impegno artistico di un pittore animato sempre dal bisogno di raccontare la complessità del teatro umano. E lo fa, negli anni trenta – dopo un soggiorno di due anni a Parigi – con quadri e disegni dove le figure, sospese in gesti rituali, richiamano quelle diffuse tra i pittori della Scuola Romana. Numerosi sono anche, in questi anni, le nature morte e i paesaggi, dove le strutture apprese dalla lezione francese, si stemperano nella materia cromatica. Con gli anni quaranta la figura si sfalda sempre più e si evidenzia un maggior lavorio sulla materia pittorica. Testa di bambola, presentato alla III Quadriennale del 1939 è una delle ultime immagini dai contorni definiti. Da questo momento e negli anni cinquanta, Pirandello si concentra sulla figura e sui nudi in quadri realizzati sfaccettando le forme e riducendole quasi a tasselli di colore per racchiuderle entro i confini della linea.
Si esplicita, alla fine degli anni cinquanta in opere come Trama di nudo, Figura mossa, la tragicità insita nelle figure pirandelliane: la luce sembra accanirsi sulle forme e lo spazio viene disgregato in scomposizioni formali legate a una pittura graffiata e aspra. Queste caratteristiche, che accompagnano tutta la sua produzione successiva, trasformano i quadri in una sorta di “pretesto narrativo”, non lontano da un certo espressionismo gestuale.




 
 
 

 


Attendere..
UTENTI 
online